• Sarteano
    Sarteano, Necropoli di Pianacce
  • Montepulciano
    Montepulciano, Palazzo Comunale
  • San Casciano dei Bagni
    San Casciano dei Bagni, Palazzo Comunale
  • Chiusi
    Chiusi, Lago di Chiusi
  • Sinalunga
    Sinalunga, Teatro Comunale Ciro Pinsuti
  • Pienza
    Pienza, Monastero di Sant'Anna in Camprena
  • Cetona
    Cetona, Parco Archeologico Naturalistico di Belvedere
  • Torrita di Siena
    Torrita di Siena, Parco "Il tondo" di Montefollonico
  • Trequanda
    Trequanda, affaccio sulla valle
  • Chianciano Terme
    Chianciano Terme, Piscine Termali Theia

COMUNICATO STAMPA

Valdichiana Senese, 16 gennaio 2024 - ore 12.00


Storie e personaggi dell’età moderna nella Valdichiana Senese

Luca Contile “Pellegrino d’Europa” nel ‘500 al servizio dei Principi e Chiappino Vitelli condottiero al servizio de’ Medici che fece costruire la grande piazza cetonese

Questi i protagonisti del seminario, sabato 20 gennaio 2024 alle ore 17.00 presso la Sala Santissima Annunziata di Cetona, per riscoprire pillole di storia tra il ‘500 e ‘600 a Cetona, con Massimo Cinelli e Simone Marrucci.

Ingresso libero.

(Valdichiana Senese, Siena) - A Cetona sabato 20 gennaio 2024, alle ore 17.00, presso la Sala Santissima Annunziata sarà presentata la rivista “Guerra, potere e bellezza nella Val di Chiana Senese (secoli XVI e XVII) (Intrepido, 2023, 108 pp.) e si terrà un seminario con Massimo Cinelli, esperto di storia e tradizioni locali, e  Simone Marrucci, ideatore e curatore del progetto «Reveles» (scoprire). Il seminario dal titolo “Contile, Chiappino Vitelli e la costruzione della grande piazza”. Un incontro che, attraverso “pillole di storia” dalle cronache tra il Cinquecento ed il Seicento nella Valdichiana Senese, darà l’opportunità a chiunque di approfondire vicende storiche e personaggi particolarmente importanti per la storia dell’epoca a Cetona.

E così riscopriamo il cetonese Luca Contile (Cetona, 1505 - Pavia, 28 ottobre 1574) letterato, commediografo, poeta, storico, diplomatico e poligrafo, le cui numerose opere attualmente hanno interesse soprattutto per il loro valore documentario. Luca Contile è stato considerato dallo storico della letteratura e filologo Abd-el-Kader Salza (Casale Monferrato 1875 - Genova 1919) «segretario di principi», ma lo stesso Contile, in una lettera si definì «Pellegrino di ogni parte d’Europa». Cercò invano di recuperare la nobiltà perduta dal padre e reclamò una pensione da Filippo II di Spagna. Certo è che, in favore di casate legate all’Impero lavorò come ambasciatore, cortigiano, consigliere e precettore.

All’epoca Luca Contile sembra abbia esercitato la sua influenza per indurre il condottiero militare (al servizio dei Medici e dell’impero asburgico) Gian Luigi Vitelli, noto come Chiappino Vitelli (Città di Castello, 1519 - Anversa, 1575) a scegliere proprio Cetona come suo feudo marchionale, rispetto ad altre realtà limitrofe. La nomina a marchese Cavaliere dell'Ordine di Santo Stefano Papa da parte del Granduca di Toscana Cosimo I de' Medici fu una ricompensa per il ruolo svolto nella guerra di Siena (tra i senesi, appoggiati dai francesi,  e i fiorentini, appoggiati da spagnoli ed imperiali) che generò anche un significativo cambiamento persino nell’architettura del paese di Cetona. Infatti, fu proprio Chiappino Vitelli ad utilizzare il lascito di una nobildonna per realizzare l’attuale ed imponente piazza principale di Cetona (attuale Piazza Giuseppe Garibaldi) nei pressi del palazzo di famiglia dove sorsero anche le logge del mercato coperto, l’oratorio della potente Confraternita della Santissima Annunziata e intorno i palazzotti delle principali famiglie cetonesi: i Minutelli-Cioli (sede oggi del Municipio e del Museo Civico per la Preistoria del Monte Cetona), i Tosoni Raffaelli (proprietari di due disegni di Leonardo da Vinci, una testa di donna e figure di guerrieri, venduti poi all’estero), i Beltrami.

Come si può intuire queste vicende sono ancora oggi avvincenti e non hanno niente da invidiare ad una “soap opera televisiva” contemporanea. Personaggi e vicende del nostro passato che, se riscoperti, possono stimolare interesse sia per chi vive a Cetona e nella Valdichiana Senese, sia per coloro che desiderano approfondire aspetti storici, sia pur in “modo leggero”, di queste terre dell’Italia centrale.

Reveles si rivolge a viaggiatori curiosi e ai residenti che, attraverso questo progetto, in maniera snella, non noiosa (ma con l’autorevolezza di docenti universitari e studiosi locali) hanno l’opportunità di apprendere storie, comprendere la complessità di periodi storici e il loro riflesso sul presente. L’obiettivo è di inserirsi tra la normale comunicazione in chiave promozionale e turistica e i tradizionali libri, con inedite opportunità di approfondimento (utilizzando il web www.reveles.blog e gli eventi - come in questo caso - accanto alle pubblicazioni) - afferma Simone Marruci, curatore della rivista “Guerra, potere e bellezza nella Val di Chiana Senese (secoli XVI e XVII)”, un progetto editoriale che mette al centro la storia e le vicende di alcuni personaggi nati nei dieci comuni della Valdichiana Senese nei secoli tra Cinquecento e Seicento.

La pubblicazione è stata acquisita dall’Unione dei Comuni Valdichiana Senese (1.800 copie) per essere distribuita gratuitamente ai dieci Comuni. L’iniziativa culturale intende rafforzare il coinvolgimento culturale tra i dieci comuni che fanno parte dell’Unione (Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda) che, con il dossier Valdichiana 2026, seme d’Italia”, è rientrata tra le dieci finaliste per la “Capitale italiana della cultura 2026”.

Nell'immagine sopra: locandina dell'evento a Cetona

Nell'immagine sopra Luca Contile

Luca Contile (Cetona, 1505 – Pavia, 28 ottobre 1574) è stato un letterato, commediografo, poeta, storico, diplomatico e poligrafo italiano le cui numerose opere attualmente hanno interesse soprattutto per il loro valore documentario. Nel suo Ragionamento di Luca Contile sopra la proprietà delle imprese con le particolari de gli academici Affidati et con le interpretationi et croniche [...], 1574, Appresso Girolamo Bartoli, pp. 161, consultabile in openlibrary, Contile fornisce importanti ragguagli anche la sua famiglia.

Nell'immagine sopra Gian Luigi Vitelli, noto come Chiappino

Gian Luigi Vitelli, noto come Chiappino Vitelli (Città di Castello, 1519 - Anversa, 1575), Marchese di Cetona.

Nelle due immagini sopra l'attuale Piazza Garibaldi a Cetona

Cetona, Piazza Garibaldi. Si accede al borgo di Cetona da una magnifica piazza di forma rettangolare, oggi dedicata a Giuseppe Garibaldi, realizzata nel XVI secolo da Gian Luigi Vitelli, detto Chiappino, nominato Marchese dai Medici. Egli volle costruire un nuovo accesso al borgo medievale dando più respiro all’architettura del luogo, tanto che colpisce il fatto di trovare una piazza così grande in un abitato così piccolo. Circoscrivono lo spazio alcuni notevoli edifici, quali l’antico Palazzo Vitelli, l’ex chiesa SS. Annunziata, la chiesa di S. Michele Arcangelo e le logge. La piazza oggi è il cuore pulsante di Cetona.

Aggiornamento 16 gennaio 2024 ore 13.04 (pm)