• Trequanda
    Trequanda, affaccio sulla valle
  • San Casciano dei Bagni
    San Casciano dei Bagni, Palazzo Comunale
  • Montepulciano
    Montepulciano, Palazzo Comunale
  • Sinalunga
    Sinalunga, Teatro Comunale Ciro Pinsuti
  • Pienza
    Pienza, Monastero di Sant'Anna in Camprena
  • Cetona
    Cetona, Parco Archeologico Naturalistico di Belvedere
  • Chiusi
    Chiusi, Lago di Chiusi
  • Sarteano
    Sarteano, Necropoli di Pianacce
  • Chianciano Terme
    Chianciano Terme, Piscine Termali Theia
  • Torrita di Siena
    Torrita di Siena, Parco "Il tondo" di Montefollonico

Carte escursionistiche

I "Sentieri del benessere" da Pietraporciana a Biancheto e Belverde

Progetto finanziato dalla Regione Toscana

Tutti segnalati i “Sentieri del benessere” da Pietraporciana a Biancheto e Belverde per andare alla scoperta della natura, storia e archeologia in un paesaggio suggestivo

Chianciano Terme, Sarteano e Cetona i comuni su cui gravitano i quattro sentieri escursionistici

Sono quattro i sentieri che si snodano in uno dei più suggestivi contesti ambientali, paesaggistici, naturalistici del senese, se non della Toscana tutta, con la Riserva Naturale di Pietraporciana, istituita nel 1996, su un territorio di circa 341 ettari compreso tra la Val d’Orcia (Patrimonio UNESCO dal 2004) e la Valdichiana, tra i Comuni di Chianciano Terme e Sarteano, nella parte meridionale della provincia di Siena e il Parco archeologico-naturalistico di Belverde, nel quale sono state rinvenute tracce di accampamenti dell’Uomo di Neanderthal (circa 50.000 anni da oggi) e successivi insediamenti dal Neolitico alla fine dell’Età del Bronzo (dal VI al II millennio a. C.).  

I quattro sentieri si snodano nei seguenti complessi archeologico-naturalistici:

 

Complesso agricolo-forestale “La Foce” (di proprietà della Regione Toscana)

Complesso archeologico naturalistico di “Belverde” (di proprietà dell’Unione dei Comuni Valdichiana Senese).

Percorrendo i sentieri, ora, è possibile approfondire le caratteristiche storico-naturalistiche del Complesso agricolo-forestale de “La Foce” - dove è installata anche la segnaletica delle specie arbore presenti - area che gravita nei Comuni di Sarteano e Chianciano Terme, e quelle archeologico-naturalistiche di “Biancheto- Belverde”, che gravita nel Comune di Cetona. Oltre alla cartellonistica, per rendere maggiormente fruibile e valorizzare lo straordinario patrimonio naturale, storico e archeologico presente, è stata realizzata anche una carta della sentieristica che illustra i quattro itinerari.

SENTIERISTICA DEL COMPLESSO AGRICOLO-FORESTALE "LA FOCE"

La sentieristica del Complesso agricolo-forestale “La Foce”, che si snoda tra i comuni di Chianciano Terme e di Sarteano, riveste notevole importanza ambientale in quanto attraversa la Riserva Naturale Regionale di Pietraporciana con la storica faggeta e numerosi ambienti agricolo-forestali di grande valore. Due sono gli anelli, di cui il punto di contatto è il Podere di Pietraporciana, proprietà del Comune di Chianciano Terme e sede del Centro Visite dell'omonima Riserva Naturale ad oggi gestito dal Circolo di Legambiente Terra e Pace.

Questi i due sentieri:

ANELLO PIETRAPORCIANA-PALAZZONE

Anello Pietraporciana-Palazzone, lungo 6,3 Km, con un dislivello di massimo 90 metri (tempo di percorrenza 1h 30’) che attraversa parte della Riserva Naturale, passando in prossimità dei poderi demaniali di Palazzone e Poderuccio e dell'area attrezzata di Bellosguardo;

ANELLO PIETRAPORCIANA-PALAZZONE

Anello Pietraporciana-Le Crocette, lungo 2,9 Km, con un dislivello di massimo 120 metri (tempo di percorrenza 1h), tutto all'interno della Riserva Naturale, che attraversa la Faggeta di Pietraporciana, un’area di circa 12 ettari dove si rinviene un popolamento eterotopico a prevalenza di faggio, che si sviluppa fuori dal suo normale habitat ecologico, essendo posto a quote comprese tra i 720 e gli 830 metri s.l.m., relitto di epoche passate in cui le condizioni metereologiche prevedevano condizioni di minore temperatura e maggiore piovosità. Lungo il sentiero si trovano numerose grotte scavate nel calcare, tra cui la "Grotta del Bruco” situata nella parte più alta della riserva, e l'area attrezzata denominata “Le Crocette”.

SENTIERISTICA DEL COMPLESSO ARCHEOLOGICO-FORESTALE DI "BELVERDE"

La sentieristica del Complesso archeologico-forestale di “Belverde”, che si trova nel comune di Cetona, si caratterizza per la notevole importanza storico-archeologica del sito, con l’Archeodromo (museo a cielo aperto dove si fa e si racconta archeologia), le Grotte preistoriche (tra cui la Grotta Lattaia e la Grotta di San Francesco), ed il Centro visite.

All'interno di questo complesso sono stati individuati due anelli facilmente raggiungibili dal Centro visite del Parco archeologico e naturalistico di Belverde, gestito dal Comune di Cetona:

ANELLO BIANCHETO

Anello Sentiero Biancheto, lungo 2 Km, con un dislivello massimo di 40 metri (tempo di percorrenza 40’), è un percorso facilmente percorribile che, partendo dall'area attrezzata del Biancheto si snoda sull'omonimo poggio raggiungendo splendidi punti panoramici dai quali è possibile spaziare dalla vetta del Monte Cetona alla Valdichiana, sino alle montagne dell'Umbria, e da dove è possibile raggiungere la Grotta Lattaia, ampia cavità carsica utilizzata dall'uomo per diversi millenni;

ANELLO BELVERDE

Anello Sentiero Belverde, lungo 1,6 Km, con un dislivello massimo di 40 metri (tempo di percorrenza 40’) che attraversa un bosco di lecci, non comune nelle aree interne della penisola italiana, toccando alcuni dei siti archeologici di epoca preistorica più importanti del territorio, tra cui la monumentale “Grotta di San Francesco”.

 

Nell'immagine sopra la mappa dei sentieri - Itinerari archeologico-naturalistici dell'Unione dei Comuni Valdichiana Senese (fronte)

Nell'immagine sopra la mappa dei sentieri - Itinerari archeologico-naturalistici dell'Unione dei Comuni Valdichiana Senese (retro)

SCARICA LA CARTA DEI SENTIERI

CARTA_DEI_SENTIERI.pdf


Aggiornamento 18 gennaio 2023 ore 10.43 (pm)