Immagine di Testata

EMERGENZA CORONAVIRUS: TUTTE LE INFORMAZIONI


Con l'Ordinanza n. 60, che è stata emanata il 27 maggio 2020, la Regione Toscana ha tracciato delle linee guida anti-Covid, per la Fase 2, inerenti le sotto elencate attività.

- Ristorazione, Strutture Ricettive e Locazioni Brevi, Servizi alla Persona (acconciatori, estetisti, tatuatori), Piscine, Palestre, Manutenzione del verde, Informatori scientifici del farmaco, Aree gioco per bambini, Circoli culturali e ricreativi, Strutture termali e Centri benessere (allegato 1)

- Strutture ricettive all'aria aperta, come ad esempio i campeggi e i villaggi turistici (allegato 2)

- Parchi tematici e di divertimento (allegato 3)

- Stabilimenti balneari (allegato 4)

- Stage e corsi di formazione (allegato 5)

- Biblioteche e archivi (allegato 6)

 Per scaricare l'ordinanza, cliccare qui


 L'Ordinanza n. 59 del 22 maggio 2020 del Presidente della Regione Toscana (norme per luna park, musei, biblioteche, guide, zoo e scuole di musica)

Ordinanza_del_Presidente_RT_n59_del_22-05-2020.pdf
Allegato_1_spettacolo_viaggiante_Ord_RT_59.pdf
Allegato_2_musei_Ord_RT_59.pdf
Allegato_3_biblioteche_e_archivi_Ord_RT_59.pdf (sostituito ved. Ord. 60/2020)

Allegato_4_guide_turistiche_alpine_ambientali_Ord_RT_59.pdf


Il Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio)
DL_19_maggio_2020_n34_Rilancio.pdf

Avviso_di_rettifica_20052020_GU_129_del_20052020.pdf


L'Ordinanza n. 58 del 18 maggio 2020 del Presidente della Regione Toscana (Divieto di mettere a disposizione giornali, riviste, depliants o altro materiale cartaceo per la lettura o consultazione pubblica da parte dei clienti, all’interno di pubblici esercizi (bar, pizzerie, ristoranti, esercizi commerciali) etc.

Ordinanza_del_Presidente_RT_n58_del_18-05-2020.pdf

Il Presidente Conte ha firmato il Dpcm recante le misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio.
Qui di seguito sono pubblicati il Decreto e i relativi allegati.
DPCM_del_17_maggio_2020.pdf
DPCM_del_17_maggio_2020_allegati.pdf

In conformità al Decreto di cui sopra, il Presidente della Regione, Enrico Rossi, ha firmato l'ordinanza n. 57, con il calendario delle aperture in Toscana. 

Ordinanza_del_Presidente_RT_n57_del_17-05-2020.pdf


Nella Gazzetta Ufficiale del 16 maggio 2020 è stato pubblicato il Decreto Legge 16 maggio 2020 n. 33 (Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19)
GU_16_maggio_2020_DL_33.pdf


Il modello di autodichiarazione per gli spostamenti (aggiornamento 3 maggio 2020)
nuovo_modello_autodichiarazione_maggio_2020.pdf


L'Ordinanza n. 50 del 3 maggio 2020 del Presidente della Regione Toscana (Misure in materia di spostamenti, ristorazione e altre)
Ordinanza_del_Presidente_n50_del_03-05-2020.pdf


L'Ordinanza n. 49 del 3 maggio 2020 del Presidente della Regione Toscana (Disposizioni in merito alle prestazioni sanitarie e alle attività delle strutture semiresidenziali (centri diurni), per persone con disabilità)
Ordinanza_del_Presidente_n49_del_03-05-2020.pdf


L'Ordinanza n. 48 del 3 maggio 2020 (Misure di contenimento sulla diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro. Revoca della ordinanza n.38/2020 e nuove disposizioni)
Ordinanza_del_Presidente_n48_del_03-05-2020.pdf


L'Ordinanza n. 47 del 2 maggio 2020 del Presidente della Regione Toscana (Misure in materia di Trasporto Pubblico Locale, con linee di indirizzo per la tutela della salute e della sicurezza, all. A)
Ordinanza_del_Presidente_RT_n47_del_02-05-2020.pdf
Allegato_A_ordinanza_RT_n_47_2020.pdf


Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020, pubblicato di seguito, con il quale il Governo ha stabilito le misure attive nella prima porzione della Fase 2, valide dal 4 al 18 maggio 2020.

DPCM_e_allegato_del_26_aprile_2020.pdf


 L'Ordinanza n. 42 del 23 aprile 2020 del Presidente della Regione Toscana (acquisto ulteriori 10 milioni di mascherine)
Ordinanza_del_Presidente_n_42_del_23-04-2020_Mascherine.pdf


L'Ordinanza n. 40 del 22 aprile 2020 del Presidente della Regione Toscana (Misure di tutela della salute nei cantieri)

Ordinanza_del_Presidente_n40_del_22-04-2020.pdf
Ordinanza_del_Presidente_n40_del_22-04-2020-Allegato-A.pdf

L'Ordinanza n. 39 del 19 Aprile 2020 del Presidente della Regione Toscana (ulteriori indirizzi e raccomandazioni per l'esecuzione dei test sierologici rapidi)

Ordinanza_del_Presidente_n_39_del_19-04-2020.pdf
Allegato_A.pdf


L'Ordinanza n. 38 del 18 aprile 2020 del Presidente della Regione Toscana (Decalogo anti-contagio per i luoghi di lavoro, misure più stringenti)
Ordinanza_del_Presidente_n_38_del_18-04-2020.pdf


L'Ordinanza n. 36 del 14 aprile 2020 del Presidente della Regione Toscana (Cura degli orti, contenimento della fauna selvatica anche in aree urbane e attività selvicolturali: disposizioni per lo svolgimento di queste attività sempre nel pieno rispetto di quanto previsto dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da COVID – 19).
Ordinanza_del_Presidente_n_36_del_14-04-2020.pdf


Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 aprile 2020, pubblicato di seguito, con nuove disposizioni che producono effetto dal 14 aprile 2020 e sono efficaci fino al 3 maggio 2020. Con l’entrata in vigore del nuovo DPCM cessano di produrre effetti i precedenti DPCM dell'8-9-11-22 marzo 2020 e 1 aprile 2020.
DPCM_10_aprile_2020.pdf


Il 9 aprile 2020, è stata pubblicata l'Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N° 30 con la quale si stabiliscono quali attività di vendita al dettaglio o per corrispondenza sono da oggi consentite.
Ordinanza_del_Presidente_n30_del_09-04-2020.pdf


Decreto Legge n. 23 dell'8 aprile 2020 - Accesso al credito ed adempimenti fiscali per le imprese
decreto_accesso_al_credito_e_adempimenti_fiscali.pdf


Decreto Legge n. 22 dell'8 aprile 2020 - Conclusione anno scolastico ed esami di Stato
decreto_anno_scolastico_e_esami_di_stato.pdf


In data 6 aprile 2020, la Regione Toscana ha emesso l'ordinanza n. 26 che dispone circa l'obbligo di indossare la mascherina di protezione sanitaria. Anche questa misura è nel quadro del contenimento dell'epidemia da Covid-19. Per maggiori particolari, qui di seguito si può prendere visione dell'ordinanza.
Ordinanza_n_26_del_06-04-2020_mascherine.pdf


L'Ordinanza n. 23 del 3 aprile 2020 del Presidente della Regione Toscana (Indirizzi e raccomandazioni per la esecuzione dei test sierologici rapidi)
Ordinanza_del_Presidente_n_23_del_03-04-2020.pdf


Con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell'1 aprile 2020, pubblicato di seguito, di fatto sono prorogate fino al 13 aprile, salvo successive decisioni, tutte le misure fin qui adottate per il contenimento del contagio epidemiologico da Covid-19.
DPCM_1_aprile_2020.pdf


Con apposita circolare, il Ministero dell'Interno chiarisce alcuni punti relativi alla possibilità di uscire con figli minori, anziani e disabili. Eccone un estratto.

"... per quanto riguarda gli spostamenti di persone fisiche, è da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’ aperto, purché in prossimità della propria abitazione. La stessa attività può essere svolta, inoltre, nell’ambito di spostamenti motivati da situazioni di necessità o per motivi di salute. Nel rammentare che resta non consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici, si evidenzia che l’attività motoria generalmente consentita non va intesa come equivalente all’attività sportiva (jogging), tenuto anche conto che l’attuale disposizione di cui all’art. 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 9 marzo scorso tiene distinte le due ipotesi, potendosi far ricomprendere nella prima, come già detto, il camminare in prossimità della propria abitazione. Potranno essere, altresì, consentiti spostamenti nei pressi della propria abitazione giustificati da esigenze di accompagnamento di anziani o inabili da parte di persone che ne curano l’assistenza, in ragione della riconducibilità dei medesimi spostamenti a motivazioni di necessità o di salute."
Per prendere visione della circolare, nella sua interezza,
cliccare qui


Nuovo DPCM 28 Marzo 2020: il Governo stanzia 4.3 miliardi di Euro per i Comuni da usare in generi alimentari e altri 400 milioni per buoni spesa
DPCM_28_marzo_2020.pdf


Il Decreto-Legge 25 marzo 2020, n. 19
DL_25_marzo_2020_n_19.pdf


Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020, pubblicato di seguito, oltre ad imporre misure ancora più restrittive in merito agli spostamenti dei cittadini dal Comune dove si trovano, stabilisce anche quali attività rimangono attive e aperte, e quali devono avere chiusura immediata. Il decreto è valido fino al 3 aprile 2020, salvo proroghe e/o aggiornamenti.
DPCM-22-marzo-2020.pdf

L'elenco delle attività, contenuto nel decreto sopra indicato, è aggiornato con l'allegato pubblicato qui di seguito

DM-MiSE-25-03-20.pdf

Sempre in relazione al DPCM di cui sopra, si pubblica di seguito il modello con il quale l'azienda dichiara di essere strettamente connessa alla filiera produttiva del settore la cui prosecuzione di attività è stata espressamente autorizzata ai sensi dell'allegato 1 al DPCM 22 marzo 2020 ovvero dei servizi di pubblica utilità
comunicazione_attivita_dpcm.doc


Qui di seguito è pubblicato il modello aggiornato di autodichiarazione, che deve essere utilizzato per giustificare eventuali spostamenti.
autodichiarazione_26_marzo_2020.pdf


Il Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18, "Cura Italia" (le norme sono in vigore dal 17 marzo 2020)
DL_17_marzo_2020_n_18_CURA_ITALIA.pdf


Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'11 marzo 2020
DPCM-11-marzo-2020.pdf


Il Decreto del Presidente del Consiglio del 9 marzo 2020
DPCM-9-marzo-2020-covid-19-intero-territorio-nazionale.pdf

Maggiori informazioni e chiarimenti si possono leggere cliccando qui


Il decreto statale con le misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus sull'intero territorio nazionale:
DPCM_8_marzo_2020.pdf

L’ordinanza regionale con le misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza COVID-19:
Ordinanza_del_Presidente_n6_del_02-03-2020.pdf
Ordinanza_del_Presidente_n6_del_02-03-2020-Allegato-01.pdf

Isolamento fiduciario per chi arriva dalle zone arancione (riguarda chi ha soggiornato in Lombardia o nelle altre quattordici province considerate a maggiore rischio e torna in Toscana):
Ordinanza_Regione_Toscana_n_9_del_08-03-2020.pdf
Ordinanza_Regione_Toscana_n10_del_10-03-2020.pdf

 MISURE PER LA PREVENZIONE E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA

Misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica

 
Riparti sicuro 1500x500

Tre buone regole per la salute tua e di tutti

  • Lavati le mani
  • Usa la mascherina correttamente
  • Mantieni la distanza di sicurezza

____________________________________

Dati COVID-19

ARS ha realizzato un portale web grafico "COVID 19 Toscana" sui dati, forniti da Regione Toscana, relativi al numero di casi, deceduti, ricoveri e tamponi suddivisi per Province, Aziende Sanitarie e Regioni.

Per consultare il portale ►►

____________________________________

Raccomandazioni per tutti i cittadini

Raccomandazioni per gli operatori sanitari e per l'accesso alle strutture

_____________________________________

Raccomandazioni per tutti i cittadini
Le raccomandazioni per ridurre l'esposizione e la trasmissione della possibile malattia sono analoghe a quelle previste per la sindrome influenzale

____________________________________

Raccomandazioni per gli operatori sanitari e per l'accesso alle strutture
Informazioni e comportamenti generali da tenere presenti per chiunque acceda alle strutture sanitarie, siano essi operatori, pazienti o visitatori.

Regole minime di comportamento per operatori sanitari per protezione e prevenzione
Relative a uso dei DPI nelle "Operazioni di trasporto con autoveicoli o barella percorsi interni",  "Attività di pronto soccorso", "Attività di degenza COVID", "Attività di T.I. COVID" e "Attività svolte al domicilio del paziente"

Regole per le strutture sociosanitarie (RSA e RSD)

_____________________________________________

Sintomi e definizione di caso sopetto

A chi rivolgersi

Regole per ingressi in Italia e in Toscana

Cos'é e come si trasmette

______________________________________________

Sintomi e definizione di caso sopetto
I sintomi più comuni sono febbre, tosse e difficoltà respiratorie.
Le informazioni attualmente disponibili suggeriscono che il virus possa causare principalmente una forma lieve, simil-influenzale, ma anche una forma più grave di malattia respiratoria.

Le informazioni relative alla definizione di caso sospetto, probabile, confermato e contatto stretto sono ben dettagliate negli allegati 1 e 2 della circolare ministeriale n. 7922 del 9 marzo 2020.  

L’esecuzione dei tamponi è riservata ai soli casi sintomatici di ILI (Influenza-Like Illness, Sindrome Simil-Influenzale) e SARI (Severe Acute Respiratory Infections, Infezione Respiratoria Acuta Grave), oltre che ai casi sospetti di COVID-19 secondo la definizione di cui all’allegato 1 della suddetta circolare 7922. In assenza di sintomi, pertanto, il test non appare sostenuto da un razionale scientifico, in quanto non fornisce una informazione indicativa ai fini clinici in coerenza con la definizione di "caso".

torna su

______________________________________________

A chi rivolgersi 

  • Se hai raffreddore febbre o altri sintomi influenzali stai a casa e chiama il tuo medico o pediatra di famiglia disponibili al telefono dalle ore 8.00 alle ore 20.00 di tutti i giorni
     
  • Numero telefonico di pubblica utilità 1500 attivo 24 ore su 24
    istituito dal Ministero della Sanità per informazioni
  • Numero regionale 055.4385850, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 per informazioni, orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul Covid-19, al quale rispondono operatori del Centro di Ascolto Regionale adeguatamente formati
  • Assistenza psicologica ai cittadini ►►

torna su

______________________________________________

Ingressi in Italia dall'estero dal 17 marzo 2020
Tutte le persone che tornano in Italia con qualsiasi mezzo di trasporto, anche se asintomatiche, sono obbligate a sottoporsi a sorveglianza sanitaria e all'isolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni e a comunicare immediatamente il proprio ingresso al Dipartimento di Prevenzione della competente Azienda sanitaria tramite il modulo on-line
Per maggiori dettagli: DPCM del 26 Aprile 2020

Ingressi in Toscana
E' consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione, residenza in Toscana solo per coloro che hanno sul territorio regionale il proprio medico di medicina generale o il pediatra di famiglia. 
Non è pertanto consentito il rientro in Toscana verso le seconde case utilizzate per vacanze.
Per tutte le persone che facciano ingresso in Toscana, o vi abbiano fatto ingresso negli ultimi 14 giorni, in presenza di sintomi devono contattare il proprio medico o pediatra.
Coloro che per motivi diversi da esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, siano arrivati in Toscana, o ci siano arrivati negli ultimi quattordici giorni, non avendo sul territorio toscano il proprio medico o pediatra di famiglia, facciano rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.
Qualora quest'ultimi soggetti sopradetti accedano ad un pronto soccorso del Servizio Sanitario Toscano, in carenza di uno stato di salute che necessiti di ricovero, saranno invitati a farsi prendere in carico dal proprio Medico o Pediatra del luogo di domicilio, abitazione o residenza fuori Toscana, presso il quale dovranno recarsi.

 

torna su

______________________________________________

Cosa é e come si trasmette
Il virus responsabile dell’epidemia partita da alcune province della Cina, è un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato in precedenza nell’uomo. I coronavirus fanno parte di una vasta famiglia di virus che possono causare un raffreddore comune, una forma lieve simile all’influenza ma anche  malattie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS). 

Si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata. La via primaria sono le  goccioline del respiro delle persone infette ad esempio tramite la saliva, tossendo e starnutendo, i contatti diretti personali e le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi

torna su

______________________________________________

 

<p

Per ulteriori informazioni 

Ministero della Salute ►►

Epicentro (ISS) ►►

OMS (Organizzazione mondiale della Sanità)  ►►

ECDC (Centro Europeo per la prevenzione ed il controllo delle malattie) ►►

Agenzia Regionale di Sanità della Toscana  ►►

Consulta le F.A.Q sul Coronavirus ►► - F.A.Q fase 2 ►►